Cronaca

Arrestati ladri 'acrobati': furti a Brescia e nell'hinterland

In manette due giovani albanesi residenti a Brescia: in poche settimane furti e rapine in città e nell'hinterland, a Collebeato e Castegnato. Risalivano i cornicioni a mani nude: in casa un bottino da 20mila euro

Furti e rapine, in città e nell’hinterland, a Castegnato e a Collebeato. Messi a segno da una coppia di ladri che in poche settimane sono riusciti ad accumulare una refurtiva di oltre 20mila euro, poi nascosta in casa in un appartamento in zona ospedale. Arrestati dai Carabinieri di Brescia  a seguito di pedinamenti e appostamenti.

In manette una coppia di giovani albanesi, in azione a Brescia e dintorni. Due ladri che agivano come veri acrobati, arrampicandosi anche a mani nude su cornicioni e grondaie, risalendo fino al secondo o al terzo piano. Agivano con il calar del buio, sempre dopo le 20, ‘nascondendosi’ tra i rumori dei televisori accesi, o delle automobili in movimento.

Sono stati finalmente ‘beccati’, a conclusione di una lunga serie di indagini. A Brescia, in Via Borsi, viene segnalato l’ennesimo furto: i Carabinieri riconoscono un’auto rubata, una Fiat 500. A bordo ci sono proprio i due rapinatori, che si allontanano dalla casa svaligiata fino a raggiungere un parcheggio, dove salgono a bordo di un’altra automobile.

Un doppio controllo incrociato da parte dei militari, sulla targa dell’automobile e poi sul domicilio del proprietario dell’auto. Infine, l’appostamento decisivo e proprio al di fuori della loro abitazione. Beccati al loro rientro, all’ingresso del palazzo: in casa nascondevano di tutto, oro e gioielli, computer e orologi, denaro in contanti. Un bottino sostanzioso, di oltre 20mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati ladri 'acrobati': furti a Brescia e nell'hinterland

BresciaToday è in caricamento