Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Recuperate 8 icone russe del '700: denunciate 4 persone

Le opere recuperate hanno un valore complessivo di 13.000 euro. Le indagini sono state svolte dalla guardia di Finanza di Verona

Otto icone russe, risalenti ad un periodo tra il XVIII e la prima metà del XIX secolo sono state recuperate dalla guardia di Finanza di Verona, che ha denunciato quattro persone: due fratelli di Roncà (Verona) con l'accusa di contrabbando, e due rivenditori di Sona (Verona) e Brescia per ricettazione ed incauto acquisto.

Le fiamme Gialle sono arrivate al sequestro delle opere d'arte durante un'altra attività d'indagine su un fallimento, che ha portato ad una perquisizione a Brescia e da lì è stata ricostruita tutta la filiera, arrivando a Sona, dove sono state scoperte le prime cinque icone, mentre altre tre erano a casa dei due fratelli di Roncà, titolari di negozi di elettrodomestici e di beni d'antiquariato.


Le persone indagate, che hanno tra i 45 e i 55 anni, non sono coinvolte nel fallimento da cui ha preso il via l'indagine. L'icona più preziosa è stimata 2.600 euro, complessivamente le opere sequestrate hanno un valore di 13mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperate 8 icone russe del '700: denunciate 4 persone

BresciaToday è in caricamento