menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti di gasolio, allarme tra gli agricoltori lombardi. L’epicentro nel mantovano

La denuncia dell’associazione Apima: in otto mesi sono stati portati via almeno 300mila litri di gasolio agricolo. Con l’acuirsi della crisi anche il diffondersi dei ladri ‘mirati’, che rubano attrezzi e macchinari

L’allarme era già stato lanciato da tempo, ora ha assunto forma concreta con la nuova presa di posizione dell’Apima, l’associazione delle imprese per la meccanizzazione agricola. “Un tempo le macchine agricole potevano restare nei campi, ora invece le dobbiamo riportare, tutte le sere. Il rischio è troppo alto”.

La paura diffusa è quella dei furti che, soprattutto nel mantovano, sono diventati quasi una prassi: ladri con obiettivi mirati, che si avvicinano ai grandi trattori di lavoro e fanno man bassa del gasolio contenuto al loro interno.

Si tratta di gasolio agricolo, in vendita a circa un euro al litro: in tempi di ‘magra’, un bottino assai più prezioso di quanto si pensi. Da gennaio ad oggi il saldo negativo fa quasi impressione, 300mila litri sottratti agli agricoltori. E una tendenza che, a conti fatti, potrebbe superare il mezzo milione di litri entro la fine dell’anno.

L’allarme però si fa pure più generico: nelle vaste pianure lombarde infatti spariscono anche attrezzi e macchinari, spesso molto costosi come generatori, trattrici, escavatori.

Un’emergenza nell’emergenza, spiegano gli agricoltori, e che deve essere risolta “con maggiori controlli sul territorio”. Prima che qualcuno, esasperato, tiri fuori dal fienile il suo vecchio schioppo, caricato a sale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento