Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Palazzolo sull'Oglio

Raid nei cimiteri, presa la banda: refurtiva nascosta in un deposito del Bresciano

Denunciati i responsabili dei recenti furti avvenuti nei cimiteri della nostra provincia e della Bergamasca. La refurtiva era nascosta in un deposito di rottame di Palazzolo

Sono stati individuati, e denunciati, i responsabili dei furti avvenuti nelle scorse settimane nei cimiteri di Paratico, Palazzolo e Castegnato e in altri campi santi della Bergamasca. La banda aveva messo insieme un 'tesoro' di circa 100mila euro facendo man bassa di statue, scritte e oggetti di bronzo e metalli preziosi.

L'indagine, condotta dai carabinieri di Grumello e dai colleghi della Forestale di Iseo, si è conclusa con la denuncia per furto nei confronti di tre bergamaschi. A saccheggiare i cimiteri sarebbe stata una coppia: un 42enne (F.L. le iniziali) e la convivente 39enne (C.B.) residenti a Castelli di Calepio. A dar loro man forte anche A.B., 35enne di Creda.

Nei guai anche un palazzolese (C.R. le iniziali) titolare del deposito di rottami, situato a Palazzolo, dove era stata nascosta la refurtiva. Il magazzino è stato sottoposto a sequestro, mentre le statue e gli oggetti sono stati portati nel deposito comunale di Castelli Calepio, dove dal prossimo giovedì saranno visionabili dai parenti dei defunti le cui tombe sono state saccheggiate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid nei cimiteri, presa la banda: refurtiva nascosta in un deposito del Bresciano

BresciaToday è in caricamento