Buffalora non ci sta! Un funerale ambientale per chiedere giustizia

Centinaia di persone per un lungo corteo che parte dal piazzale della chiesa: striscioni e filastrocche, cartelli e canzoni. E una bara simbolica per celebrare i funerali di uno dei quartieri più martoriati della città di Brescia

I numeri contano, questo è chiaro. Così come contano gli individui, così come contano le idee. E tutta Buffalora scende ancora in piazza, centinaia e centinaia di persone che non hanno più voglia di giocare, per celebrare il simbolico funerale di un quartiere da tempo martoriato, saturo di nocività e con le tasche piene di rifiuti. Un funerale con tanto di bara e sacchetti d’immondizia, e un simbolo radioattivo per ricordare il disonorevole Cesio, o il disonorevole Percolato.

Ma da quella maledetta bara escono invece tanti palloncini colorati, che librano in volo tra i sorrisi dei più piccoli, ancora una volta i veri protagonisti di questa giornata dell’ambiente. E al termine di un percorso altrettanto colorato, nonostante il passaggio tra i punti chiave della protesta (dalla discarica di Via Brocchi all’Alfa Acciai), si arriva fino al Parco Alpini di Terra Bresciana, dove viene piantato un altro simbolo, un giunco biloba. Che in Oriente celebra la nascita di un bimbo, e che invece ieri ha celebrato la nascita del Parco delle Cave.

“A San Polo tanto tempo fa nuotavano felici pesci e ragazzi nel torrente – recita una filastrocca – Se la natura salveremo più felici saremo.. Giochiamo insieme la nostra partita, salviamo l’ambiente perché è la nostra vita”. Questo chiedono i cittadini, scesi per strada ancora una volta anche grazie alla perseveranza del CODISA e delle tante associazioni coinvolte. “La nostra è una forte campagna di sensibilizzazione, una presa di coscienza collettiva. Quello che facciamo lo facciamo solo per i nostri figli, per il loro futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

Torna su
BresciaToday è in caricamento