Al posto di blocco colpisce il carabiniere con la portiera: arrestato

In fuga dai militari, ha seminato il panico in paese prima di schiantarsi contro una Golf e tentare (inutilmente) di scappare a piedi

Tre pattuglie dei carabinieri e l'aiuto di un elicottero dal cielo, ma alla fine è stato lui stesso a terminare la sua fuga schiantandosi contro un altro veicolo. Si è conclusa con l'arresto il rocambolesco tentativo di fuga di un tunisino di 40 anni, reo tra le altre cose di aver colpito con lo sportello della sua auto un carabiniere fermo al posto di blocco. 

I fatti. Nel pomeriggio di venerdì i carabinieri della stazione di Gussago erano impegnati in un posto di blocco a Rodengo Saiano. Intimato l'alt ad una Kia Rio, i militari hanno visto l'auto rallentare ed avvicinarsi a loro, ma quando il conducente è giunto a poca distanza da un agente ha aperto la portiera colpendolo, prima di accelerare fuggendo. Messisi all'inseguimento, i carabinieri hanno chiesto l'aiuto ai colleghi di Gardone Val Trompia e di Brescia, oltre che all'elicottero dei Forestali in volo sulla zona per dei controlli sulle discariche abusive. 

Nel frattempo il fuggitivo aveva raggiunto il centro di Gussago a tutta velocità. Entrando in una strada contromano, il suo veicolo è entrato in collisione con la Golf di uno sfortunato giovane che era sulla sua traiettoria, distruggendo entrambe le automobili. Il tunisino non si è dato per vinto ed ha tentato di proseguire la fuga a piedi, ma alla fine i militari sono riusciti ad acciuffarlo. Nella sua abitazione sono stati trovati droga e contanti. Oltre a questo, dovrà rispondere dell'accusa di fuga e resistenza a pubblico ufficiale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Cadavere ritrovato nel lago d'Iseo: forse è la giornalista Rosanna Sapori

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Nel Bresciano il primo Porsche Experience Center d'Italia (da 26 milioni)

Torna su
BresciaToday è in caricamento