Cronaca

Beveroni di acqua e zucchero al posto di rum e whisky, nei guai azienda bresciana

La guardia di finanza di Bologna ha sventato una frode in commercio da 300 mila euro

Ettolitri di un beverone contenente acqua e sostanze zuccherine-coloranti spacciati per rum, whisky e alcol etilico. L'ingente carico, oltre 44 mila litri, è stato scovato dalla Guardia di Finanza in un deposito fiscale del Bolognese, durante un controllo amministrativo. La miscela - contenuta in 46 cubi di plastica dalla capacità di 1000 litri ciascuno - proveniva da una società lombarda con sede nel Bresciano ed era destinata alla Campania. 

Un miscuglio di acqua, zucchero e coloranti in buona parte analcolico - solo in alcuni casi è stata rilevata una modesta percentuale di alcol (tra il 9 e il 12%) - che non era destinato agli scaffali di negozi, supermercati e bar.  Il prodotto serviva per mettere in atto una frode e permettere alle società coinvolte la sottrazione al pagamento dell'accisa gravante sull'intera partita (pari a circa 300.000 euro), attraverso la circolazione 'in nero' di analoghi quantitativi di prodotto genuino.

In buona sostanza i beveroni di acqua, zucchero e coloranti viaggiavano con documenti in regola, mentre i veri alcolici 'in nero'. L'operazione dei finanzieri del comando Provinciale di Bologna ha messo fine al tentativo e ha fatto scattare tre denunce, per  frode in commercio e sottrazione all'accertamento e al pagamento dell'accisa. Nei guai il rappresentante legale della società bresciana, mittente della partita di merce irregolare, e quello d'azienda destinataria, nonché il responsabile della gestione del deposito bolognese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beveroni di acqua e zucchero al posto di rum e whisky, nei guai azienda bresciana

BresciaToday è in caricamento