Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Frode fiscale da 5,5 milioni di euro: nei guai tre bresciani

Uno risulta legato alla 'ndrangheta

La Guardia di Finanza di Mantova ha sequestrato quasi oltre 5 milioni di euro agli amministratori di due società di costruzioni che operavano tra la provincia di Mantova e quella di Brescia. Le accuse sono quelle di frode fiscale, dichiarazioni fraudolente e false fatture.  

L'indagine della Dda di Brescia ha portato la Guardia di Finanza di Mantova a eseguire un sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale di Brescia finalizzato alla confisca diretta di beni equivalenti per un valore di quasi 5 milioni e mezzo di euro. 

Una delle persone fermate ha già precedenti in materia, e risulta legata alla 'ndrangheta a cui girava i capitali attraverso società di diritto con sede in Ungheria, società gestite da soggetti di origine calabrese. «Simili sistemi di frode pregiudicano gli equilibri economici e finanziari del Paese - ha dichiarato la  Guardia di Finanza - essendo orientati alla riduzione illegale dei costi di “struttura”, sia fiscali, sia organizzativi, per massimizzare i profitti ed ottenere vantaggi competitivi impropri».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frode fiscale da 5,5 milioni di euro: nei guai tre bresciani
BresciaToday è in caricamento