rotate-mobile
Cronaca Bagnolo Mella

Una vita sui campi da calcio: il commosso addio del paese allo storico presidente

Decine di persone hanno partecipato ai funerali di Franco Caravaggio: fondatore e presidente per molti anni dell’Us Bagnolese, si è spento neri giorni scorsi.

Bagnolo Mella piange la scomparsa di un uomo che ha dedicato buona parte della sua esistenza alla società calcistica del paese: è morto, a 84 anni, Franco Caravaggio. Un pezzo di storia dell’Us Bagnolese: nel 2004, quando la storica società rischiava di sparire, permise a tanti bambini, ragazzi e adulti di continuare a difendere i colori del paese, costituendo un nuovo club. Cuore nero-verde, come i colori della 'sua' squadra, in società ha fatto davvero di tutto: da giovane è stato giocatore, poi dirigente e presidente, oltre che sfegatato tifoso da sempre.

"Sempre presente ad ogni appuntamento, ogni allenamento, ogni partita, ogni evento che vedesse impegnati i tuoi ragazzi della Bagno. Grazie per tutto ciò che ci hai trasmesso: ti porteremo sempre con noi", si legge sui canali social del club.

A salutarlo per l’ultima volta - mercoledì pomeriggio nella basilica della visitazione di Bagnolo Mella -  c’erano davvero molte persone: giocatoti, allenatori e dirigenza della Bagnolese, ma pure tanti concittadini.
"Sei stato una grande persona", si legge tra decine di messi di cordoglio e, ancora: "Più di un presidente, ho dei bellissimi ricordi di quando giocavo nella nuova bagnolese, persona meravigliosa sempre sorridente".

Testimonianze di affetto e vicinanza arrivate alla moglie e al figlio dello storico presidente, già provati pochi mesi fa da un grave lutto: in autunno era infatti prematuramente scomparsa la figlia di Caravaggio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita sui campi da calcio: il commosso addio del paese allo storico presidente

BresciaToday è in caricamento