menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Franciacorta, torna la paura dell'Aviaria: abbattuti 26.700 tacchini

Tracce del virus influenzale H5N2 sono state trovate nel sangue dei tacchini di un allevamento di Paderno. Scattano le procedure di emergenza previste dal Ministero della Salute

Torna l'allarme aviaria in Franciacorta a tre anni dall'ultima epidemia: nel sangue dei tacchini di un allevamento di Paderno sono state trovate tracce del virus influenzale H5N2.

Dopo la scoperta, successivi controlli hanno fatto emergere casi sospetti anche a Cazzago e Rodengo. Tutte e tre le strutture sono collegate a una stessa holding, che fa riferimento a un'azienda toscana.

A scopo preventivo, sono già stati abbattuti 26.700 capi. Gli allevatori della zona temono che l'effetto panico possa far crollare i consumi. Non ci sono tuttavia pericoli per la salute umana, dato che la carne degli animali colpiti dal virus può essere mangiata tranquillamente.


Intanto, in un raggio di 10 chilometri sono stati avviati controlli sul tutta la fauna, sia quella degli allevamenti che quella selvatica. Per i prossimi 10 giorni, finchè non saranno terminate tutte le verifiche disposte dal Ministero della Salute, per la Lombardia resterà in vigore il blocco di import ed export di volatili vivi, nonché il divieto di spostare pollame verso le altre regioni italiane; unica esclusione, i pulcini di un solo giorno di vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento