Cronaca

Francesco Renga: «Cadendo in Vespa ho rischiato di morire»

Le stella della musica parla per la prima volta del suo incidente in Vespa del 3 ottobre scorso, raccontando come la sua vita sia stata seriamente a rischio a causa di un'emorragia interna

Francesco Renga torna a far sentire la sua voce per la prima volta dopo l'incidente in Vespa del 3 ottobre scorso. A un giornale locale racconta come in quell'incidente abbia rischiato seriamente di perdere la vita ma, con il suo modo solare che lo contraddistingue, rassicura tutti i suoi fan che ora si sente bene e che ha recuperato appieno le sue forze.

Perché Francesco ha rischiato veramente di morire. Non ha causa della frattura al bacino della quale hanno riferito tutti i giornali, ma per la forte emorragia  che lo ha colpito una volta tornato a casa, poi fermata con un'operazione chirurgica all'ospedale Civile.

Parla della sua passione per la Vespa, una Px bianca, "bellissima". Passione che risale alla sua adolescenza, quando tra i 14 e i 16 anni avere un motorino a Brescia rappresentava tutto per un ragazzo. Cercò in ogni di convincere suo padre a farsi comprare un Fifty - all'epoca di moda -, ma siccome in famiglia giravano pochi soldi iniziò le sue prime scorribande cittadine con una Gerosa verde bottiglia. E, già allora, scherza la stella bresciana, era sempre per terra.


Quest'anno quell'antica passione è poi sbocciata nuovamente, e dall'inizio dell'estate al giorno dell'incidente con la sua Vespa ha percorso 1.400 chilometri. Ora è arrivato l'inverno, ma siamo sicuri che con le prime belle giornate di primavera sarà difficile tenerlo fermo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Renga: «Cadendo in Vespa ho rischiato di morire»

BresciaToday è in caricamento