Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Ecco chi è Francesco Prete, il nuovo procuratore capo di Brescia

È in magistratura da 35 anni, è stato procuratore a Bergamo, Brindisi, Vasto e Velletri. Ha anche fatto parte della direzione distrettuale antimafia di Milano.

Francesco Prete

Da mercoledì 18 dicembre il palazzo di giustizia di Brescia ha un nuovo procuratore capo: la scelta del Csm è caduta su Francesco Prete, 61 anni, che attualmente ricopre il medesimo ruolo a Velletri. Dal  2020 prenderà il posto, rimasto vacante per più di un anno, che fu di Tommaso Buonanno.

La nomina non è stata affatto semplice, anzi. Il Csm si è spaccato durante la seduta per l'elezione della nuova guida del tribunale di Brescia: Prete, originario di Francavilla Fontana, ha ottenuto dodici voti, contro i sette conquistati dall'altro candidato Fabio Napoleone. Sei invece gli astenuti.

Chi è Prete

Studi classici e laurea in giurisprudenza conseguita con lode all'università di Perugia, è entrato in magistratura nel 1985. Il primo incarico nella vicina Bergamo, come sostituto procuratore, poi il trasferimento a Brindisi, dove ha ricoperto il medesimo ruolo.

Nel 1991 ha ricoperto le medesime funzioni a Milano dove è rimasto fino al 2008, prestando servizio prima nel dipartimento dei reati fiscali, poi, per quindici anni, in quello dei reati contro la pubblica amministrazione e infine presso la direzione distrettuale antimafia. In seguito, è stato trasferito a Vasto. Nel settembre del 2013 è stato nominato procuratore capo a Velletri, città che presto dovrà lasciare per insediarsi a Brescia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco chi è Francesco Prete, il nuovo procuratore capo di Brescia

BresciaToday è in caricamento