Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Urago Mella / Viale Caduti del Lavoro

Morto l'architetto Francesco Ciotti: nessuno se ne accorge per tre settimane

Tragedia della solitudine in Via Caduti del Lavoro: l'architetto Francesco Ciotti, 70 anni, è stato trovato senza vita nella sua camera da letto. Era morto da settimane

Foto d'archvio

L'ennesimo dramma della solitudine: l'architetto Francesco Ciotti, 70 anni e da qualche tempo in pensione, è stato trovato senza vita nella sua camera da letto, steso sul materasso con un indosso soltanto un accappatoio. Gli agenti della Polizia di Stato lo hanno trovato in avanzato stato di decomposizione: pare fosse morto già da tre settimane.

Sono stati i vicini di casa a dare l'allarme, preoccupati perché Ciotti non rispondeva al citofono, e perché dal suo appartamento – in una palazzina di Via Caduti del Lavoro, vicino al fiume Mella, dove abitano poche famiglie – proveniva un forte odore, quasi insopportabile.

E così lunedì mattina sono arrivati i Vigili del Fuoco e la Polizia: hanno sfondato la porta, una volta in casa si sono trovati di fronte l'amara sorpresa. La magistratura ha già disposto l'autopsia sul corpo di Ciotti, per capire di cosa sia morto – si presume un malore – e soprattutto per capire da quanto fosse morto.

Si sarebbe sentito male appena uscito dalla doccia, ancora nella seconda settimana di agosto: un forte dolore al petto, o forse un mancamento, sta di fatto che si sarebbe trascinato a fatica fino in camera, per raggiungere il letto e sdraiarsi, con la testa all'insù. Così avrebbe esalato il suo ultimo respiro.

Nessuno si è accorto di nulla, nessuno. Lunedì in zona sono arrivati i parenti, che hanno ammesso di non sentirlo da almeno un mese. Era un uomo solitario, raccontano anche i vicini che con lui avevano pochi e sparuti rapporti. Divorziato, Ciotti non aveva figli. Gli era rimasto un solo vero amico: il suo gatto, che è rimasto fino alla fine di fianco al letto, a vegliare sul suo padrone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto l'architetto Francesco Ciotti: nessuno se ne accorge per tre settimane

BresciaToday è in caricamento