Cronaca Via Sant'Orsola

"Destino tragico e crudele, avevi un cuore d'oro": venerdì l'addio al giovane Francesco

Morto a soli 28 anni in montagna, tradito dalla sua più grande passione: venerdì pomeriggio a Caionvico i funerali di Francesco Cancarani

A un passo dal sogno, dall'ennesima vetta: stava risalendo una via aperta da poco Francesco Cancarini, il 28enne precipitato nel vuoto per più di 200 metri sopra il passo Paradiso, sui monti del Tonale al confine tra Lombardia e Trentino. Tradito da uno sperone di roccia, ha cercato disperatamente un appiglio prima di precipitare di sotto. Per lui purtroppo non c'è stato niente da fare.

La salma è stata trasferita all'ospedale di Edolo, ma in queste ore dovrebbe già essere tornata a casa. Originario di Caionvico, aveva abitato a Brescia con i genitori, prima di trasferirsi a Gardone Valtrompia: una scelta di vita la sua, per stare più vicino alle “sue” montagne, la sua grande passione. Era già iscritto al corso per diventare guida alpina.

La camera ardente sarà allestita nella casa di famiglia, in Via Sant'Orsola a Caionvico. I funerali saranno invece celebrati venerdì pomeriggio alle 14, nella chiesa parrocchiale intitolata a Massimiliano Kolbe. Sono attesi in tantissimi alla cerimonia funebre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Destino tragico e crudele, avevi un cuore d'oro": venerdì l'addio al giovane Francesco

BresciaToday è in caricamento