Cronaca Via San Zeno

La cucina bresciana piange il suo "Ciospo": morto storico ristoratore

Il mondo della ristorazione bresciana piange la scomparsa di Francesco Allegri, romano d'origine ba nostrano d'adozione, storico volto della Trattoria da Ciospo

Cucina locale, nazionale e romana (come le sue origini): tra le specialità della casa, ovviamente, non mancavano mai l'amatriciana e la carbonara, ma pure tortelli al Bagòss e casoncelli di zucca. Il mondo della ristorazione bresciana è in lutto per la scomparsa di Francesco Allegri, da tutti conosciuto come Ciospo: era questo il nome della sua celebre (e storica) trattoria.

Il decalogo della carbonara

Il locale, in Via San Zeno all'angolo con Via Sostegno, zona Via Cremona, per anni ha servito e ospitato centinaia di bresciani, cucinando la sua carbonara Doc per cui aveva stilato un vero e proprio “decalogo” di comportamento. Solo per citarne uno, il decimo comandamento: “Nun dì mai carbonara e vegana nella stessa frase”.

Se n'è andato all'improvviso, in silenzio, senza disturbare: a modo suo, era un pezzo di storia della città. Grande appassionato di sport, da giovane era stato appassionato velista. Si era fatto vedere anche sulla televisione nazionale, sbancando il jackpot de “L'Eredità” (su Rai Uno). Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati nelle ultime ore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cucina bresciana piange il suo "Ciospo": morto storico ristoratore

BresciaToday è in caricamento