Cronaca

Uccisa da un mix di droga e alcol: 7 anni di carcere all'amico

Ribaltata la sentenza in primo grado

Sette anni e quattro mesi di carcere: a tanto ammonta la condanna a carico del 33enne Michael Paloschi, accusato di aver provocato il decesso della 24enne Francesca Manfredi, trovata morta nella vasca da bagno di un appartamento del quartiere Fornaci, nella notte tra il 22 e il 23 agosto del 2020.

Secondo quanto stabilito dalla Corte d'Assise d'appello, senza volerlo – era in corso una lunga festa a base di alcolici, droga e farmaci – Paloschi avrebbe causato il decesso di Manfredi, effettuando la prima iniezione in vena di eroina a Francesca. 

Adesso si attendono le motivazioni della sentenza, che ha completamente ribaltato quanto stabilito in primo grado, quando il 33enne venne assolto perché "il fatto non costituisce reato".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa da un mix di droga e alcol: 7 anni di carcere all'amico
BresciaToday è in caricamento