Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Monte Isola

Rischio “tsunami” sul Sebino: Monte Isola si prepara ad evacuare la popolazione sulla costa

Un grosso fronte di pietra e terra incombe sul cementificio di Tavernola Bergamasca: il distaccamento repentino potrebbe provocare danni enormi

Siviano di Monte Isola

Un centimetro al giorno. Tanto si muovono i circa due milioni di metri cubi di terra e pietra che sovrastano il cementificio ItalSacci di Tavernola Bergamasca, sulla costa bergamasca del Sebino, a circa 1.800 metri di distanza da Monte Isola. Sono giorni di preoccupazione quelli che si stanno vivendo non solo sull'isola, ma in diversi Comuni del Sebino, con amministratori e popolazione preoccupati dal possibile repentino distaccamento della frana che incombe sul cementificio del Comune bergamasco. 

A far preoccupare è l'effetto-tsunami, con il rapidissimo innalzamento dell'acqua in seguito alla caduta nel lago di un'enorme quantità di terra qualora la struttura del cementificio - già evacuato - non riesca a bloccare la frana. In Prefettura a Brescia è già stato attivato "fino a cessata esigenza" il centro di coordinamento dei soccorsi. Un gruppo di esperti geologi sta monitorando da giorni la situazione. 

In caso di pericolo imminente, l'ordine di evacuazione immediata di tutte le abitazioni sarà dato dal "campanone" della chiesa di Siviano. Al suono delle campane, la popolazione dovrà recarsi nel minor tempo possibile nel campo sportivo della parrocchia, situato più in alto rispetto al livello del lago. Nel frattempo, gli abitanti di Siviano Porto sono già stati invitati a cercare soluzioni abitative alternative rispetto alla loro casa.  

frana Tavernola Bergamasca-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rischio “tsunami” sul Sebino: Monte Isola si prepara ad evacuare la popolazione sulla costa

BresciaToday è in caricamento