Cronaca

Giallo di Marcheno, scorie industriali al setaccio: si cercano due denti

L’anatomopatologa Cristina Cattaneo e la sua squadra stanno setacciando gli scarti dell'impianto di lavorazione alla ricerca di una traccia dell'imprenditore

Proseguono gli accertamenti nella ditta

Scorie di lavorazione al setaccio. Letteralmente. All’interno della Bozzoli di Marcheno l’anatomopatologa Cristina Cattaneo e la sua squadra stanno passando al setaccio tutti gli scarti del processo produttivo in cerca di una traccia di Mario Bozzoli.

È come cercare un ago in un pagliaio, forse peggio. L’esperta sta analizzando una montagna di rifiuti larga dieci metri e alta tre con un setaccio di 1 metro per 70 centimetri. Spera di trovare ossa o i due impianti dentali dell’imprenditore scomparso nella sera dell’8 ottobre. Frammenti che potrebbero essere sopravvissuti ai forno e al frantoio dentro al quale vengono processate le scorie freddate.

Gli interrogatori degli inquirenti per ora non hanno portato a nulla. Nei giorni scorsi è stato sentito un operaio e una segretaria presenti in azienda al momento della scomparsa dell’imprenditore. Entrambi avrebbero dichiarato di non essersi accorti di nulla. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo di Marcheno, scorie industriali al setaccio: si cercano due denti

BresciaToday è in caricamento