Si getta davanti alle auto in corsa poi chiede denaro: fermata truffatrice seriale

Dopo svariati colpi messi a segno a danno di ignari automobilisti, una truffatrice 46enne è stata bloccata dalla Polizia locale.

Le tecniche erano sempre le stesse, gettarsi davanti alle auto in corsa, fingere di avere riportato traumi e quindi chiedere un risarcimento in contanti, oppure fingere di essere stata aggredita e derubata per impietosire e spillare quattrini. La carriera di una truffatrice seriale ha subìto una battuta d'arresto, si spera prolungata, grazie all'intervento della Polizia locale. 

La donna, una 46enne originaria dell'ex Jugoslavia, è stata fermata ieri mattina in via XXV Aprile a Flero, paese dove abitualmente era impegnata nella sua attività da truffatrice. A bloccarla, proprio mentre stava cercando di mettere in atto un raggiro per soli 20 euro, gli agenti del comando intercomunale di Flero, Poncarale e Bagnolo Mella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta accompagnata in caserma gli agenti hanno scoperto che su di lei pendeva un ordine di custodia cautelare per furti e truffe, elemento che ha fatto sì che potesse essere accompagnata in carcere a Verziano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento