menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Tradita da un malore, Fiorella muore mentre fa il bagno vicino a casa

La tragedia si è consumata a Sirmione, attorno a mezzogiorno di sabato: per Fiorella Falchi non c'è stato più nulla da fare.

Un bagno nel lago, a pochi passi dalla sua abitazione, poi il malore improvviso e fatale mentre nuotava nelle acque del Garda. È questo il tragico destino di Fiorella Falchi, 79enne di casa a Sirmione.

Il dramma si è consumato attorno alle 12 di sabato. La donna, visto il sole e le temperature estive, stava trascorrendo la mattinata nella spiaggia privata del condominio di via Sordella dove viveva. Amante dell'acqua, dopo aver indossato una muta, aveva deciso di farsi una nuotata, come faceva spesso. Ma dopo poche bracciate la 79enne sarebbe stata inghiottita dall'acqua, sparendo dalla vista dei vicini di casa, anche loro in spiaggia per godersi il sole.

Sono stati loro a dare l'allarme: in pochi minuti sono arrivati i Carabinieri, i Vigili del Fuoco e la Polizia Locale. Il corpo della 79enne è stato recuperato un centinaio di metri a Sud della spiaggetta. Per la donna non c'era ormai più nulla da fare. All'origine del decesso ci sarebbe un malore improvviso accusato proprio mentre nuotava nelle acque del Garda.

Nessuna autopsia è stata disposta sulla salma della 79enne, che era molto conosciuta in paese. Ligure di origine, viveva da anni a Sirmione: insieme al marito, scomparso da qualche anno, aveva gestito l'Hotel Flora, situato nel centro storico della penisola gardesana, e altri alberghi. Lascia nel dolore la figlia Egle, la nipote Sofia e due fratelli.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento