Fatture false per 7,6 milioni di euro: denunciato 52enne di Casto

Gli uomini della Guardia di Finanza di Salò hanno denunciato un 52enne di Casto, con l'accusa di aver emesso fatture false per oltre 7,6 milioni di euro e di aver occultato o distrutto scritture contabili. 

Stando alle prime informazioni trapelate, la denuncia sarebbe scattata al termine di un’operazione iniziata da una verifica fiscale nei confronti di una ditta di Vestone. Formalmente l’azienda operava nel settore della meccanica industriale, ma, in realtà, non faceva altro che commercializzare rottami ferrosi in un regime di totale evasione fiscale. 

La ditta risultava gestire un enorme volume di rottame, di fatto era persino priva di una struttura per svolgere l’attività: niente veicoli, attrezzature e nemmeno un capannone. Una cosiddetta società “cartiera”, senza un briciolo di copertura per salvare almeno le apparenze, che ha registrato operazioni inesistenti per oltre 7.600.000 euro, fornendo fatture false a diverse società con lo scopo di abbattere la base imponibile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Le prime cinque aziende bresciane per fatturato

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

  • Schianto frontale nella notte: auto sventrata, morto un uomo

Torna su
BresciaToday è in caricamento