menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quasi 100 lavoratori non regola, 2 milioni di tasse non pagate: imprenditori nei guai

Denunciati dalla Guardia di Finanza tre imprenditori bresciani della Valcamonica: nelle loro aziende, operanti nel settore della meccanica generale, addirittura 94 lavoratori irregolari

La lunga estate dei controlli per la Guardia di Finanza di Brescia: in meno di due mesi (a luglio e agosto) sono stati svolti 130 servizi straordinari, nel corso dei quali sono stati individuati addirittura 135 lavoratori non assunti o pagati con il sistema del “fuori busta”, sequestrati quasi mezzo milione di prodotti per contraffazione, beccati quattro venditori abusivi, 13 casi di affitti in nero, tre distributori di benzina irregolari per violazioni alla rendicontazione del carburante.

Nel dettaglio, nell'ambito del contrasto al lavoro nero o irregolare, la Tenenza di Pisogne ha rilevato tre società, operanti nel settore della fornitura di lavori di meccanica generale, che tra il 2013 e il 2016 non solo avrebbero mai presentato la dichiarazione dei redditi, ma avrebbero anche eluso la normativa sul lavoro ponendo in essere contratti fittizi di appalto per fornire illecitamente manodopera a basso costo ai rispettivi clienti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

  • Coronavirus

    Covid Bollettino Lombardia del 17 aprile 2021: tutti i dati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento