Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Polpenazze del Garda

La Fiera del Vino di Polpenazze: la più popolare manifestazione gardesana

Dal 1947 ad oggi 65 anni e 63 edizioni, un appuntamento fisso e un'occasione unica per i produttori e i consumatori, per la promozione e la difesa del territorio. Con tante novità, e la nuova DOC Valtenesi

Manca davvero pochissimo alla 63ma edizione della celebre Fiera del Vino di Polpenazze, dal 1947 ad oggi un appuntamento da non perdere dell’enogastronomia gardesana. In programma da venerdì 25 a lunedì 28 maggio, la Fiera si ripresenta in scena anche quest’anno all’insegna delle novità: la nuova DOC Valtenesi con i primi Valtenesi Chiaretto, in attesa del Groppello di settembre, i nuovi stand che ospiteranno le 16 cantine, completamente rinnovati, il nuovo modo di vivere la rassegna, ogni degustazione a 1 euro previo acquisto di sacca e bicchiere al prezzo di 5 euro.

“Per noi era fondamentale seguire l’evoluzione del comparto vitivinicolo delle nostre terre in un momento così significativo come il varo della nuova DOC – spiega il sindaco di Polpenazze Andrea Dal Prete – La Fiera vuole infatti essere un importante punto di riferimento per il Valtenesi DOC, nell’ottica di quella promozione moderna, consapevole e a 360 gradi che da sempre questa manifestazione ha cercato di perseguire”. Non mancherà infatti il concorso enologico istituito dal Ministero per le Politiche Agricole, una competizione a cui parteciperanno almeno una sessantina di etichette del territorio, alla conquista della qualifica di Vino Eccellente.

Tutta da (ri)scoprire anche la Piazzetta del Biologico, spazio ormai consolidato, e la Corte degli Assaggi, che offrirà degustazioni guidate e comparate abbinate ai migliori formaggi della zona come Stracchino, Tombea e Bagoss. Una Fiera che è già storia, nata 65 anni fa e che di edizioni ne ha perse solo due, nata per far risorgere il paese dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale e che in breve tempo si è trasformata in un appuntamento fisso, un’occasione di incontro tra i produttori per promuovere i vari vini locali. La tradizione che si tramanda, anno dopo anno, e che ha saputo resistere al passaggio dei tempi, al cambio di mode e di epoche, giungendo fino ad oggi senza tradire i suoi ideali originari.


Con la grande svolta del 2006, e il Primo Concorso Enologico Garda Classico, un nuovo taglio organizzativo sempre più in linea con le moderne tendenze enogastronomiche. “Dopo lo straordinario successo del lancio di San Valentino – commenta infatti Sante Bonomo, presidente del Consorzio Garda Classico – e dopo il grande interesse riscosso su un vero e proprio banco di prova internazionale come Vinitaly, la nuova DOC Valtenesi trova ora nella Fiera di Polpenazze un’altra importante vetrina nel suo cammino di presentazione e promozione sul territorio”.

“Il nostro obiettivo primario – conclude – in questa fase rimane quello di far conoscere il Valtenesi Chiaretto, nuova e più rigorosa interpretazione di un grande patrimonio tradizionale del territorio gardesano”. Come già detto, in attesa del Groppello di settembre, e in preparazione di un’altra grande rassegna, di caratura anche sovranazionale, come Italia in Rosa, a Moniga del Garda dai primi di giugno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fiera del Vino di Polpenazze: la più popolare manifestazione gardesana

BresciaToday è in caricamento