rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Travolti e trascinati per centinaia di metri: due amici uccisi da una valanga

L'incidente sul Gran Zebrù, la più bella cima del gruppo dell'Ortles

Mercoledì 19 maggio, una valanga ha travolto due alpinisti bergamaschi, che purtroppo hanno perso la vita. Le vittime sono Fernando Bergamelli, 55 anni Pradalunga, e Oscar Cavagnis, 47 anni di Vertova, deceduti dopo essere stati trascinati a valle per centinaia di metri da un'imponente massa di neve.

È accaduto poco dopo mezzogiorno. Si trovavano sul Gran Zebrù, a 3600 metri di quota, sopra il Colle della Bottiglia, al confine tra le province di Sondrio e di Bolzano, quando è avvenuto il distacco. Due loro compagni erano più avanti; non sono stati coinvolti e hanno subito dato l’allarme. 

Sul posto sono intervenuti la Stazione di Valfurva del Cnsas lombardo e il Sagf - Soccorso alpino Guardia di Finanza di Bormio, oltre ai colleghi del Cnsas della squadra di Solda, presenti sul versante altoatesino. 

I due illesi sono stati raggiunti prima da un tecnico della VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna e poi da una squadra e accompagnati a valle. I due deceduti sono state recuperate sul versante altoatesino. Sono inoltre intervenuti gli elicotteri di Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza), l’elisoccorso provinciale di Bolzano e i Carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolti e trascinati per centinaia di metri: due amici uccisi da una valanga

BresciaToday è in caricamento