rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Montirone

Montirone: l'abbraccio del paese a don Tino, una vita per la Chiesa

E' morto a 76 anni don Fausto Bergamaschi, da tutti conosciuto come Tino: i funerali saranno celebrati dal vescovo venerdì mattina a Montirone

Solo pochi mesi fa aveva lasciato la sua ultima parrocchia, a Montirone, per godersi la meritata pensione: in paese era rimasto in servizio per più di sette anni, a partire dal 2012. Se n'è andato dopo una breve ma fatale malattia Fausto Bergamaschi, da tutti conosciuto come don Tino. Martedì sera si è spento all'età di 76 anni: lo piangono il fratello Armando con Laura e i nipoti Cristian con Tania e Marco con Annalisa.

La famiglia ringrazia in particolare “tutto il personale medico e infermieristico dell'Hospice della Domus Salutis per la disponibilità e l'amorevole assistenza prestata: un grazie di cuore a tutte le persone che gli sono state vicine in questi ultimi giorni”. I funerali saranno celebrati venerdì mattina alle 10 dal vescovo di Brescia, Pier Antonio Tremolada, nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo a Montirone. La camera ardente è stata allestita proprio in chiesa. La salma verrà sepolta a Poncarale, suo paese d'origine.

Una carriera lunga quasi mezzo secolo

Classe 1943, don Tino venne ordinato a Brescia che aveva già 27 anni, nel 1970: da allora ha lavorato per la Chiesa in tutta la provincia. A cominciare da Lograto, negli anni '70, e poi a Manerbio fino alla metà degli anni '80: divenne parroco a Castelletto di Leno (dal 1986 fino al 1994) e poi a Sant'Apollonio di Lumezzane, fino al 2012. Da allora la sua ultima esperienza, a Montirone. Dove in tanti lo ricorderanno sempre con affetto: “Ci uniamo in preghiera – scrive don Pierluigi sulla pagina dell'oratorio San Giovanni Bosco – e don Tino dal cielo ci sorride, com'era suo solito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montirone: l'abbraccio del paese a don Tino, una vita per la Chiesa

BresciaToday è in caricamento