Cronaca

Malati di Facebook: al primo posto le ragazze del Sud Italia

Lo rivela un'indagine Ispo su campione d'età tra i 14 e i 24 anni

Teenager, in genere giovani residenti nel Sud, appartenenti al gentil sesso: è questo, in sintesi, l'identikit dei 'super condivisori' di internet, cioè quelle persone che informano regolarmente amici e conoscenti di quello che hanno appena fatto via internet.

E' quanto emerge, fra l'altro, da un sondaggio condotto dall'istituto Ispo fra 617 intervistati, tra i 14 e i 24 anni in tutta Italia, fra quello che viene definito il 'popolo di Facebook', uno dei social network più diffusi.

Brescia: annucia il suicidio su Facebook,
salvata dalle amiche

In base all'indagine, fra chi è appassionato della Rete si possono distinguere due principali tipologie: appunto i 'supercondivisori' che sono sopratutto ragazzi fra i 14 e i 19 anni, studenti, e meridionali; e i 'discreti', settentrionali, 20-24 anni, e lavoratori.

Uno su tre dei primi ha dichiarato che non andrebbe in vacanza in un luogo senza connessione a internet e infatti nella loro valigia non possono mancare smartphone, tablet e lettore musicale con connessione alla rete.

Più distanti e cauti sono invece i secondi, che hanno qualche dubbio sui social-media e vede una pausa da internet come un momento di libertà e di privacy.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malati di Facebook: al primo posto le ragazze del Sud Italia

BresciaToday è in caricamento