rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Malonno

Muore sepolto sotto terra e detriti: era il papà di due figlioletti

Sepolto e soffocato da un cumulo di terra

E' morto sepolto e soffocato da un cumulo infinito di terra, mentre stava lavorando in località di Millepini, frazione di Rodano, nel Milanese: insieme ai colleghi stava per sganciare le paratie laterali di una trincea lunga diversi metri, larga un paio e profonda altrettanto, al cui interno si dovevano posare delle tubature. Ma nel frangente in cui una di quelle paratie si stava sganciando, una piccola ma fatale frana l'ha travolto e ucciso. Per lui, purtroppo, non c'è stato niente da fare.

Questo il triste destino di Fabrizio Franzinelli di Malonno, 46 anni compiuti poco più di due mesi fa, operaio edile e dipendente della Giudici di Rogno, impegnato come detto in un cantiere a Rodano, non lontano da Milano. La tragedia si è consumata intorno alle 13.30: sotto shock i colleghi che hanno assistito alla scena, mentre allertavano il 112. Sul posto si è precipitata un'ambulanza della Croce Verde di Pioltello, ma è stato fatto anche atterrare l'elicottero (decollato da Bergamo).

La 66ma vittima lombarda

Ma Fabrizio Franzinelli è morto sul colpo. E' stato liberato grazie all'intervento dei Vigili del Fuoco del comando provinciale, che hanno poi supporto i carabinieri di Pioltello nei rilievi del caso, a loro volta coadiuvati dai tecnici di Ats, trattandosi di infortunio sul lavoro. E' l'ennesimo incidente mortale in Lombardia: come riporta l'Osservatorio sui morti sul lavoro di Bologna, dall'inizio dell'anno già si contano 66 vittime, le province più colpite sono Brescia, Bergamo e Milano.

“Questa terribile notizia ha scosso tutta la comunità – ha scritto il sindaco di Rodano, Roberta Maietti, a nome di tutto il consiglio comunale – Alla famiglia e ai colleghi del lavoratore vanno le mie sentite condoglianze, e la vicinanza di tutta l'amministrazione e dei cittadini di Rodano”.

Il dolore dei giovani figli

La salma è stata trasferita in ospedale, a disposizione dell'autorità giudiziaria che a breve però dovrebbe rilasciare il nulla osta per la sepoltura. Franzinelli abitava a Malonno, in Valcamonica: da una vita sui cantieri, aveva lavorato prima per un'azienda di Berzo Demo e ora per la Giudici spa. Lascia nel dolore i familiari, tra cui gli adorati figli: Dylan e Kevin, rispettivamente di 9 e di 14 anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore sepolto sotto terra e detriti: era il papà di due figlioletti

BresciaToday è in caricamento