rotate-mobile
Cronaca Palazzolo sull'Oglio

Tragico incidente o c'è dell'altro? Morto nella roggia, dopo l'autopsia i funerali

E' arrivato il nulla osta della magistratura per celebrare i funerali: l'ultimo saluto venerdì mattina

Via libera della magistratura alla sepoltura di Fabio Caari, il 49enne di origine sinti trovato senza vita nella roggia Fusia a Palazzolo sull'Oglio. Il funerale in realtà era già stato programmato per giovedì scorso, ma la cerimonia è stata sospesa a seguito della decisione della Procura, che aveva disposto l'autopsia sul cadavere dell'uomo.

Così facendo si è cercato di fare luce sulle cause del decesso. I primi accertamenti medico-legali non avrebbero rilevato tracce di violenza: per gli inquirenti si sarebbe dunque trattato di una caduta accidentale nella roggia. Ma nel frattempo il prosieguo delle indagini e le pressioni dei familiari hanno convinto i magistrati della necessità di un ulteriore approfondimento.

L'agguato di fine dicembre

Questo anche per via del precedente ingombrante che gravita sulla famiglia: sul finire di dicembre la moglie e il figlio dell'uomo erano stati vittime di un agguato a mano armata, fortunatamente senza gravi conseguenze. Moglie, figlio e marito abitavano insieme in una roulotte alla periferia del paese.

In attesa degli esiti dell'esame autoptico, è arrivato il nulla osta alla sepoltura. I funerali saranno celebrati venerdì mattina, alle 9.30 nella chiesa di San Giuseppe a Palazzolo. La salma proseguirà poi per il cimitero di Montebelluna, provincia di Treviso, il paese d'origine di Fabio Caari. La camera ardente è stata allestita alla Domus Pacis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico incidente o c'è dell'altro? Morto nella roggia, dopo l'autopsia i funerali

BresciaToday è in caricamento