rotate-mobile
Cronaca Desenzano del Garda

Soldi, azioni e ville sul lago: sequestrati 8,3 milioni di euro a tre imprenditori bresciani

L'operazione delle Fiamme Gialle del Comando provinciale di Brescia

I finanzieri del Comando provinciale di Brescia hanno eseguito un provvedimento di confisca di partecipazioni societarie, denaro e disponibilità finanziarie, beni mobili ed immobili (tra cui proprietà di pregio sul Lago di Garda), per un valore complessivo di oltre 8,3 milioni di euro. 

La misura – disposta dalla Procura Generale – è l’epilogo di una vicenda giudiziaria cha ha visto la condanna in via definitiva, da parte della Corte d’Appello di Brescia, di tre imprenditori del settore delle costruzioni immobiliari, tutti responsabili, in concorso tra loro, di gravi reati economico-finanziari e fiscali, tra cui l’omesso versamento di IVA e ritenute. 

Le confische sono state eseguite dai militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria: hanno permesso di recuperare la ricchezza accumulata illecitamente dai condannati. L'operazione è stata possibile grazie alla collaborazione instaurata col memorandum operativo siglato il 25 giugno 2021), tra la Procura Generale presso la Corte d’Appello di Brescia e il Comando Regionale Lombardia della Guardia di Finanza: un'intesa che, in breve tempo, ha portato all’esecuzione di nove provvedimenti di confisca definitiva, tra cui quello dei tre costruttori edili.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi, azioni e ville sul lago: sequestrati 8,3 milioni di euro a tre imprenditori bresciani

BresciaToday è in caricamento