Non dichiara al fisco 10 milioni di euro: grossi guai per un’azienda di Casto

E’ stata portata a termine dalla Guardia di Finanza l’operazione “Castelli di (val)sabbia”. I finanzieri hanno smascherato due società controllate, portando alla luce ricavi non dichiarati per quasi 15 milioni di euro e false fatture per oltre 11 milioni di euro.

Questi sono i numeri della maxi evasione fiscale scoperta dall’attività ispettiva svolta dai finanzieri della Tenenza di Gardone Val Trompia, nei confronti di due imprese della Val Sabbia operanti nel commercio di metalli ferrosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nello specifico, i due controlli hanno evidenziato, nel primo caso, l’occultamento e la distruzione di tutta la documentazione contabile di una ditta individuale di Casto, per la quale i militari hanno dovuto procedere alla completa ricostruzione dell’impianto contabile e dei rapporti economici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Intrappolato nel sottopasso, ragazzo di 30 anni rischia di annegare in auto

  • Coronavirus in provincia di Brescia: i contagi Comune per Comune

Torna su
BresciaToday è in caricamento