menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condannato per violenza sessuale, evade dal Beccaria

Un ragazzo classe 1998 è evaso dal carcere minorile Beccaria dopo un permesso: il comune di Trenzano lancia l'appello per ritrovarlo

Una fuga, a piedi, lungo le vie di Milano. È questo il modo scelto da una coppia di minorenni per evadere dal carcere Beccaria al termine di un permesso per recarsi a teatro. I due, che al momento della fuga stavano tornando in cella accompagnati da un insegnante e da un’operatrice Enaip, sono scappati mettendosi a correre quando si trovavano ormai a meno di un chilometro dall’istituto. 

Al momento si conoscono solo le generalità di uno dei due fuggitivi, Youssef Azrour, immigrato classe 1998 un tempo residente nel Bresciano, a Trenzano. A quanto pare anche il compagno “di avventura” sarebbe un bresciano, ma al momento è tutto ciò che si sa di lui. I due all’interno del carcere lavoravano e usufruivano spesso di permessi, anche perché erano ormai vicini alla scarcerazione.

Ma ecco, in integrale, il messaggio diffuso dal Comune di Trenzano, che invita tutti a condividere la notizia affinché si possa trovare il giovane evaso:
«La Polizia Locale e i Servizi Sociali sono stati informati che Youssef Azrour, il ragazzo classe 1998 custodito presso il carcere minorile Beccaria di Milano, dove stava finendo di scontare una condanna per violenza sessuale, è evaso con un suo compagno bresciano. I due erano usciti dal carcere per andare a teatro e anziché rientrare si sono dileguati. Se doveste vederlo chiamate immediatamente il 113 e segnalate. PREGHIAMO MASSIMA DIFFUSIONE. CONDIVIDETE!»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento