Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Esine

Violenza sessuale sulla nipotina: arrestato pensionato bresciano

Per l'uomo, un 77enne, lunedì si sono spalancate le porte del carcere: è stato condannato a 5 anni di reclusione. Approfittando della situazione di vulnerabilità della nipote, all'epoca dei fatti 17enne, avrebbe più volte abusato di lei

Quando i carabinieri di Esine, lunedì, hanno bussato alla porte della sua abitazione per eseguire l'ordine di carcerazione, per violenza sessuale nei confronti di una minorenne, lui non credeva ai suoi occhi. Si era sempre dichiarato innocente e non era mai andato in aula per assistere alle tante udienze che lo vedevano protagonista insieme alla vittima: la sua nipotina. 

L'uomo, un 77enne, pensava di averla fatta franca e invece per lui si sono aperte le porte del carcere, dove dovrà passare i prossimi 5 anni. A tanto ammonta la condanna emessa dal tribunale di Brescia.

La vicenda risale al 2014: stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, il pensionato avrebbe approfittato della situazione di forte vulnerabilità della nipote, all'epoca 17enne, per conquistare la sua fiducia e poi convincerla a consumare diversi rapporti sessuali completi.

Per mesi l'adolescente non aveva detto nulla ai suoi genitori, ma poi aveva trovato il coraggio di mandare alcuni messaggi ad un'amica di famiglia, raccontando gli abusi. La donna aveva immediatamente avvisato la madre della ragazzina - che era completamente all’oscuro delle violenze, avvenute sia nell'abitazione della vittima che dello zio-orco - ed era scattata la denuncia ai carabinieri di Esine.

Gli approfondimenti investigativi dei militari avevano poi confermato quanto raccontato dalla 17enne. Un quadro agghiacciante emerso anche in aula, nel corso delle audizioni protette, che ha portato alla condanna e poi all'arresto del pensionato, avvenuto sotto gli occhi della moglie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale sulla nipotina: arrestato pensionato bresciano

BresciaToday è in caricamento