menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Aspirante suicida già col cappio al collo: i carabinieri lo salvano sollevandolo di peso

Grazie alla tempestività dell’intervento, due agenti hanno salvato la vita a un uomo che si è lasciato andare con la testa infilata in un cappio.

Sangue freddo e tempestività: due carabinieri della stazione di Esine, in Valle Camonica, hanno salvato la vita a un aspirante suicida deciso a farla finita nella sua camera da letto. 

Le forze dell’ordine per ovvie ragioni non hanno voluto specificare le generalità dell’uomo, nè il paese di residenza, in media Valle Camonica. Chiamati sul posto dai familiari dell’uomo, l’hanno trovato in camera da letto. Dopo aver fissato un cavo elettrico al soffitto, l’aspirante suicida non ha esitato ad inserire nel cappio la testa, e si è lasciato cadere. 

Per salvarlo, gli agenti l’hanno sollevato di peso ed hanno tagliato il cavo. Trasportato da un’ambulanza presso l’ospedale di Esine, l’uomo non è in pericolo di vita. Restano da appurare le motivazioni che l’hanno spinto al tragico gesto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento