menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fonte: web

Fonte: web

Fanno la bella vita sul lago ma non lavorano: la droga era nascosta in stalla

Dopo lunghi appostamenti sono stati arrestati due “colleghi” spacciatori che ricevevano i clienti nella loro abitazione.

Vivevano in un appartamento all’interno di una corte chiusa a Esenta di Lonato, facendo la bella vita sul lago pur senza avere una fonte di reddito. Ai carabinieri però non è sfuggita l’anomalia, e dopo dieci giorni di appostamenti e controlli incrociati sono riusciti a mettere in gabbia i due colleghi di spaccio. 

Due marocchini di 22 e 32 anni sono in carcere con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo averli visti più volte consegnare la droga a domicilio, ed avere assistito al via-vai dei consumatori abituali presso la loro abitazione, nel pomeriggio di ieri i militari hanno deciso di effettuare un blitz. 

Nell’appartamento dei due però la droga non c’era: 10 confezioni di cocaina in sacchetti trasparenti sono state trovate nella stalla in disuso attigua all’abitazione, all’interno di un vecchio innaffiatoio appeso alla parete e in un serbatoio. Scovti anche alcuni grammi di hashish e  circa 4.000 euro in contanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento