rotate-mobile
Cronaca

Porta escort in albergo ma si addormenta: la mattina dopo la sequestra

Non avendo consumato, avrebbe voluto recuperare il giorno dopo, ma lei non era d'accordo

Alcol e droghe lo hanno fatto addormentare, e non ha potuto consumare il tanto desiderato rapporto sessuale. Un operaio 38enne di Paitone al risveglio dopo una notte di eccessi ha letteralmente sequestrato l'escort che aveva sì pagato, ma solo per la notte, non per il mattino successivo. 

I fatti, raccontati dal Giornale di Brescia, si sono verificati qualche giorno fa in un albergo dell'hinterland cittadino. Il 38enne sta seguendo un percorso di disintossicazione dalle dipendenze, era affidato in prova ai servizi sociali e non avrebbe potuto uscire da casa nelle ore notturne. Dopo avere contattato la escort, ha prenotato una camera d'albergo, dove i due sono arrivati con un carico di alcol e droga. Nel bel mezzo della notte, a causa degli eccessi, i due si sono addormentati. 

Al risveglio la donna avrebbe voluto far ritorno a casa, ma l'uomo era di avviso diverso: dopo averla picchiata, l'ha chiusa in camera pretendendo di consumare il rapporto per il quale - secondo lui - aveva già pagato. Solo l'arrivo dei carabinieri ha interrotto il sequestro: i militari della compagnia di Nuvolento hanno liberato la donna ed arrestato l'operaio. Per lui, che ha precedenti analoghi (solo qualche settimana fa aveva contattato la stessa donna per una notte di sesso a casa propria, salvo poi non pagarla) niente più festini, visto che è stato portato a Canton Mombello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta escort in albergo ma si addormenta: la mattina dopo la sequestra

BresciaToday è in caricamento