Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Condannato a 12 anni per droga: è ai domiciliari dalla fidanzata

La Cassazione ha respinto il ricorso della Procura che chiedeva il trasferimento in carcere di Ervis Hushi: è stato condannato a 12 anni di carcere per spaccio di droga

Foto d'archivio

E' uno dei volti noti della maxi-operazione antidroga che si era conclusa nel 2019 con oltre 50 persone indagate e 35 arresti: nel luglio scorso Ervis Hushi, 36 anni, è stato condannato a 12 anni di carcere. Ma da allora in cella non ci è mai andato: ha infatti chiesto e ottenuto di poter trascorrere la pena ai domiciliari, a casa della sua fidanzata di Desenzano del Garda.

In questi giorni la Cassazione ha respinto anche il ricorso della Procura di Brescia, che invece chiedeva il trasferimento in carcere. “Il mio assistito ha ottenuto i domiciliari - fa sapere l'avvocato Gianbattista Scalvi - perché il Tribunale del Riesame ha ritenuto fossero diminuite le esigenze di cautela. La Procura ha proposto ricorso, ma la Cassazione ha deciso di confermare le valutazioni espresse dal Tribunale”.

Niente carcere, almeno per ora

Dunque niente carcere per Hushi: residente a Calcinato, faceva parte di un'organizzazione criminale di italiani e albanesi dedita allo spaccio di cocaina e stupefacenti, con trasporto internazionale dall'Olanda. Per l'accusa Hushi si sarebbe occupato della distribuzione in determinate zone della provincia: era stato beccato dai carabinieri con mezzo chilo di droga, e subito arrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato a 12 anni per droga: è ai domiciliari dalla fidanzata

BresciaToday è in caricamento