Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Stroncato in poche settimane da un tumore, Eros è morto a soli 21 anni

Il dramma che sconvolge la comunità del Sebino

Gli amici lo hanno ricordato in kayak, ognuno con un fiore in mano: è l'ultimo abbraccio della Canottieri Sebino di Lovere ad Eros Capuozzo, morto a soli 21 anni stroncato in poche settimane da un maledetto tumore. Una vita difficile: cresciuto a Clusone, fin da piccolo aveva dovuto affrontare diversi problemi neurosensoriali tra cui una parziale sordità. Era riuscito comunque a frequentare le scuole elementari e medie, poi le scuole superiori all'ABF di Clusone: sognava di diventare cuoco.

Da qualche tempo insieme a mamma Luana, che gli è sempre stata vicino, si era trasferito a Zorzino, frazione di Riva di Solto: è qui che lunedì sono stati celebrati i funerali. Da un anno e mezzo aveva ritrovato una piccola grande felicità alla Canottieri Sebino, dove era stato allievo, atleta e infine aiuto-istruttore (per le scuole) dalla scorsa primavera.

Il ricordo degli amici della Canottieri Sebino

Gli amici della Canottieri Sebino lo ricordano in una lunga nota: "Abbiamo conosciuto Eros come una persona di valore raro, unica e diversa, preziosa ai nostri occhi, preziosa agli occhi della mamma e dei suoi cari. La sua è stata una vita breve, non sempre facile ma intensa: proprio adesso che Eros aveva trovato un equilibrio si è inspiegabilmente e improvvisamente interrotta. Eros aveva capito tanto dalla vita, aveva sentimenti profondi, aveva saputo superare tante difficoltà e incomprensioni, affrontate soprattutto con la forza della mamma con cui aveva un rapporto speciale. Caro Eros, in questo anno e mezzo in cui hai frequentato la Canottieri Sebino abbiamo imparato a conoscerti: con il tuo sorriso, il tuo affetto, eri un ragazzo con tanti sentimenti buoni, semplici ma veri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato in poche settimane da un tumore, Eros è morto a soli 21 anni
BresciaToday è in caricamento