Stroncato da una polmonite, storico barista muore a soli 60 anni

Aveva solo 60 anni Eris Del Zonzo, originario di Ghedi ma da tempo in provincia di Parma: gestiva bar e punti ristoro negli stadi del baseball e del rugby

Eris Del Zonzo

Sembrava fosse Coronavirus, e invece no: gli esiti negativi dei tamponi hanno confermato che si trattava di una comune polmonite. Comune sì, ma terribile, perché per Eris Del Zonzo è stata comunque fatale: si è spento domenica mattina in ospedale, aveva appena 60 anni. Originario di Ghedi, da più di un trentennio si era trasferito in provincia di Parma, dove tra sport e ristorazione era diventato un simbolo.

Lo piangono la moglie Eleonora, da tutti conosciuta come Nora, e il figlio Davide: insieme gestivano i punti ristoro dello stadio di baseball Nino Cavalli e della Cittadella delle Zebre rugby, oltre a un pub e alle piscine di Fornovo. Cuoco, barista e ristoratore, creativo e appassionato, innamorato dello sport e del suo lavoro, della città in cui ha vissuto per gran parte della sua vita.

Il gigante buono

Lo chiamavano il gigante uomo: era alto più di un metro e novanta per 130 chili. “Il nostro gigante buono, l’uomo dal sorriso sempre pronto – scrive il Parma Baseball – Piangiamo la scomparsa di un grande amico e ci stringiamo alla moglie e al figlio nell’indelebile ricordo di una persona dalle impareggiabili doti di simpatia e umanità, sempre disponibile per le esigenze della squadra è sempre ospitale nei confronti di chi ha frequentato il nostro stadio. Buona viaggio Eris, grazie di tutto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lacrime e rabbia

I funerali saranno celebrati a Calestano, nel Parmense, in forma privata. Oltre a moglie e figlio lo piangono anche i genitori, mamma Wanda e papà Elio, i fratelli Marco con Stefani a e Monica con Cristian, i nipoti Sofia e Andrea. Lacrime e rabbia tra i familiari, per quella che a conti fatti apparirebbe come una diagnosi sbagliata. Già tre anni fa Eris Del Zonzo se l’era vista brutta, per via di un infarto, poi superato alla grande. Fino al triste epilogo di questi giorni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento