Malore improvviso mentre lavora, operaio muore in ospedale

Non ce l'ha fatta l'operaio rumeno di 66 anni che mercoledì scorso era crollato a terra a Erbusco, colto da un infarto mentre lavorava alle vigne. Si è spento al Civile dopo una lunga agonia

L’operaio era stato portato al Civile con l’elisoccorso

Era crollato a terra mentre stava lavorando ai vigneti di Via San Clemente, a Villa Pedergnano di Erbusco. Colto da un infarto che l'aveva letteralmente steso, accompagnato in ospedale in elicottero senza che mai avesse ripreso conoscenza. A pochi giorni dal primo infortunio, la tragedia si è consumata.

Il 66enne di origini rumene che stava lavorando in vigna è purtroppo spirato al Civile di Brescia dopo quasi una settimana d'agonia. Ricoverato d'urgenza e poi stabilizzato, sarebbe stato stroncato da un nuovo infarto, che non gli ha lasciato scampo.

La dinamica: tutto è successo mercoledì scorso, poco prima delle 15. L'uomo stava lavorando ai filari di vigne quando è crollato a terra: a dare l'allarme per primo uno dei suoi compagni di lavoro.

Abitava in città, in Via Gambara, con la famiglia, ormai da diversi anni in Italia. Era dipendente per la Jonny Service, azienda “tuttofare” gestita da stranieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento