Erbusco: Timoteo Metelli accusato d'evasione e bancarotta

Il noto titolare dell'azienda vinicola Boschi avrebbe sottratto al fisco circa 800.000 euro, non dichiarando la vendita di migliaia di bottiglie

Franco Timoteo Metelli

La procura di Brescia ha rinviato a giudizio Franco Timoteo Metelli, il titolare dell’azienda agricola Boschi ad Erbusco, volto noto in provincia e non solo anche grazie televendite dei vini della Franciacorta.

Il 66enne è accusato di bancarotta fraudolenta e di aver evaso circa 800mila euro, non dichiarando la vendita di migliaia di bottiglie di vino.

Non solo. Secondo gli inquirenti, infatti, avrebbe gonfiato i danni provocati da un rogo divampato nella sua cantina la notte di capodanno del 2010: all'epoca dichiarò di aver buttato nel tombino 5mila ettolitri di vino, in quanto danneggiato dal calore delle fiamme.

Rinviati a giudizio anche Diego Giordano Lucchini, amministratore della società nei due anni precedenti al fallimento, e Guido Angelo Piva, liquidatore di una delle aziende del gruppo. La Boschi è fallita tre anni fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento