menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malore improvviso mentre è al lavoro, padre di famiglia muore in ospedale

Enrico Tomasi, 52enne di Vezza D’Oglio, si è spento in un letto dell’ospedale Civile di Brescia, dov'era stato ricoverato venerdì

L’improvviso malore, la corsa in ospedale, il complicato intervento chirurgico e i disperati tentativi dei medici di salvargli la vita. Tutto inutile: il sottilissimo filo di speranza a cui erano aggrappati i familiari si è spezzato per sempre lunedì, quando il cuore di Enrico Tomasi ha smesso per sempre di battere.

Enrico - meglio conosciuto come ‘Paci’ - viveva a Vezza D’Oglio e aveva solo 52 anni. Era uno dei tecnici degli impianti di risalita del comprensorio Ponte di Legno-Tonale: proprio sul lavoro si è sentito male lo scorso venerdì. I colleghi avevano dato immediatamente l'allarme ed era scattata la macchina dei soccorsi: il giovane uomo era stato trasportato in eliambulanza all’ospedale Civile di Brescia e poi sottoposto a un delicato intervento chirurgico al cuore. Purtroppo l’operazione non è riuscita a salvargli la vita: è spirato lunedì in un letto del reparto di Rianimazione Cardiochirurgica.

Una vita spezzata improvvisamente e troppo presto, ma che potrà contribuire a salvarne altre: la moglie ha infatti acconsentito alla donazione degli organi. Oltre alla compagna di una vita, lascia nel dolore i figli adolescenti Andrea e Cristian e la sorella Egidia. Proprio attorno alla moglie e ai giovani figli si è stretta la comunità di Vezza d’Oglio, che nelle prossime ore si radunerà nella chiesa parrocchiale del paese per l’ultimo saluto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento