Il dramma del giovane Enrico, ucciso dalla malattia: "Una perdita per tutti"

Saranno celebrati venerdì pomeriggio i funerali di Enrico Fontanesi, morto a soli 43 anni dopo aver combattuto a lungo con una terribile malattia

La comunità di Castiglione delle Stiviere è in lutto per la prematura scomparsa di Enrico Fontanesi, 43 anni, morto martedì mattina dopo aver combattuto a lungo contro una terribile malattia. Ha lottato come un leone, ma si è dovuto arrendere. La camera ardente è stata allestita nella sua abitazione di Via Palazzina, con orario di visita dalle 9 alle 19.30, mercoledì e giovedì: i funerali saranno invece celebrati venerdì pomeriggio, alle 14.30 nella chiesa parrocchiale del paese.

Il ricordo di amici e parenti

Lo piangono la moglie Virna, i genitori Maria Grazia e Daniele, la nonna Alessandrina, lo zio Alberto. Una famiglia molto conosciuta, a Castiglione e non solo: la madre, Maria Grazia Margonari, è assessore al bilancio e al commercio. Il papà Daniele è stato invece tra i fondatori dell'associazione San Cristoforo. Anche Enrico Fontanesi era molto attivo in ambito locale, nel mondo dell'associazionismo e del volontariato.

L'impegno nel volontariato

Aveva fondato l'associazione Il Bivacco, che si occupava di organizzare eventi e iniziative di aggregazione per quanto riguarda i comics e il gaming. Oltre a questo, Enrico era attivo in vari gruppi della città, da giovane era stato scout e si era anche interessato alla politica. Tra i tanti messaggi di cordoglio si segnalano quelli inviati ai familiari dall'amministrazione comunale e della sezione locale dell'Aido, l'associazione italiana per la donazione di organi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La famiglia ringrazia in particolare tutto il personale della Fondazione Madonna del Corlo, “per le amorevoli cure prestate”. Un'altra vita spezzata troppo presto: Enrico si era diplomato al liceo Gonzaga e poi aveva proseguito gli studi laureandosi in giurisprudenza. Lavorava in ambito commerciale per una grossa azienda multinazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brescia: terremoto di magnitudo 2.7, epicentro a Caino

  • "Oltre 2300 in terapia intensiva, governo pronto al nuovo lockdown in Italia"

  • Tentato suicidio a scuola: ragazzina si butta dal balcone

  • Coprifuoco in tutta la Lombardia, ok del governo: dalle 23 stop attività e spostamenti

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Coprifuoco in Lombardia: il 'grande' ritorno dell'autocertificazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento