menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Fucilate al campo nomadi, bruciate due roulotte: rischia 12 anni di carcere

Rischia fino a 12 anni di carcere l'agricoltore Ennio Albiero di Padenghe, che avrebbe dato fuoco a due roulotte (e ferito un uomo a fucilate) al campo nomadi della Bettola, tra Bedizzole e Lonato

Tentato omicidio aggravato dall'odio razziale e incendio doloso: sono queste le accuse (pesantissime) nei confronti di Ennio Albiero, l'agricoltore bresciano di 62 anni, residente a Padenghe, che nel gennaio del 2019 avrebbe dato fuoco a una roulotte al campo nomadi della Bettola, tra Bedizzole e Lonato, sparando anche un colpo di fucile con cui rimase ferito il 40enne italiano, di origini sinti, che viveva nel campo con la sua famiglia.

Giovedì in tribunale a Brescia è ripreso il processo, con il pubblico ministero che ha chiesto 12 anni di carcere (mentre la difesa chiede l'assoluzione, con derubricazione dei reati): l'udienza è stata aggiornata alla fine di settembre, quando – salvo imprevisti – è attesa anche la sentenza.

Cosa successe quella notte

I fatti risalgono alla notte tra l'1 e il 2 gennaio del 2019. Secondo gli inquirenti l'incendio sarebbe stato appiccato con una tanica di benzina: l'allarme venne lanciato intorno alle 4. In quegli attimi concitati saranno due le roulotte completamente distrutte dalle fiamme. Come detto, un solo ferito: il 40enne che sarebbe stato colpito al braccio e alla spalla con un proiettile, probabilmente di rimbalzo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ghedi: morto l'imprenditore agricolo Giovanni Chiappini, ucciso da un infarto

  • Incidenti stradali

    Auto 'vola' in un campo e si ribalta in un fossato: paura per una donna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento