Il miracolo di Santa Lucia: il piccolo Enea nasce in macchina, sulla Provinciale

Aveva proprio fretta di nascere, il piccolo Enea Rizzardini: non ha aspettato nemmeno l'arrivo in ospedale. Una bella storia alla vigilia di Santa Lucia

Il piccolo Enea con mamma, papà e fratellino

Lui che un po' di esperienza se l'era fatta, ma facendo nascere i vitellini: da sempre al lavoro nell'azienda di famiglia, la Biobiò di Vobarno, gestita dalla sorella Sara (la titolare, e anche lei mamma da poco) e dai genitori Claudia e Claudio. Una storia incredibile, ma tanto incredibile quanto bella da raccontare.

Non è stato facile, ma Enea è finalmente nato: avvolto nella copertina del fratellone Ettore, che avrebbe pure voluto regalargli un bambolotto. “Ma forse è ancora troppo presto – ha detto il bimbo – ma comunque questa è una storia che voglio raccontare a tutti i miei amici”. Altri 10 chilometri pe raggiungere l'ospedale di Asola, dove il parto era già stato programmato.

La mamma è stata ricoverata in pronto soccorso, e con lei il bimbo, per i dovuti accertamenti. Stanno bene, che buona notizia: pronti a scattarsi un selfie tutti insieme, in vista del primo Natale passato in quattro. “Te sta dentro che qua fuori è un brutto mondo”, diceva il protagonista di un bel film: macché, sono storie come queste che ancora ci fanno capire come, tra alti e bassi, il mondo sia ancora bello, e tutto da vivere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

Torna su
BresciaToday è in caricamento