rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Lumezzane

Morto in montagna, il giorno dell'addio: "Un dolore enorme e insopportabile"

Giovedì mattina il funerale di Emilio Gentile

È il giorno dell'addio e del dolore per la scomparsa di Emilio Gentile, il giovane medico di Lumezzane - aveva solo 26 anni - morto in un tragico incidente in montagna alla vigilia di ferragosto. Giovedì mattina il funerale: lascia nel dolore i genitori Alessandro e Lilli, la sorella Sofia con Massimo, la fidanzata Giorgia, le nonne Angela e Lia, gli zii e i cugini.

Il tragico incidente in montagna

Martedì era in escursione con la fidanzata Giorgia, nella zona dei Laghi Gemelli in territorio di Carona, Bergamo. Intendevano fare il giro ad anello verso il rifugio Calvi, per poi tornare a Carona: avrebbero sbagliato il sentiero e sono andati a nord. In un punto impervio, a 1.850 metri di quota, il ragazzo è precipitato: un volo di oltre 80 metri, inevitabilmente fatale. La fidanzata ha subito chiesto aiuto: la centrale operativa ha inviato sul posto l'elicottero di Areu decollato da Milano oltre agli operatori del Soccorso Alpino. Ma per il povero Emilio non c'è stato niente da fare.

Il cordoglio del sindaco Facchini

Questo il commosso ricordo del sindaco di Lumezzane, Josehf Facchini: "Quando succedono tragedie simili non ci sono parole, solo tanta sofferenza. La morte di una persona che fa parte della nostra comunità è sempre triste, a maggior ragione quando a lasciarci è un ragazzo così giovane e con tanta vita davanti. Emilio non era solo un medico, ma anche un volontario Avis: dedicava il suo lavoro e il suo tempo libero ad aiutare il prossimo. A nome della nostra comunità faccio le più sentite condoglianze ai suoi familiari, alla fidanzata e ai suoi affetti più cari. Ci stringiamo a loro in un abbraccio, esprimendo profondo cordoglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in montagna, il giorno dell'addio: "Un dolore enorme e insopportabile"

BresciaToday è in caricamento