Neve: provincia in ginocchio, oltre 100mila persone senza elettricità

La Bassa orientale la zona più colpita. Linea elettrica interrotta in decine di punti a causa degli alberi caduti sotto il peso della neve

Una nevica non eccezionale, e comunque ampiamente prevista, è bastata per bloccare mezza provincia di Brescia. Venerdì, al risveglio, oltre 100mila persone si sono infatti ritrovate senza corrente elettrica e, nella maggior parte dei casi, anche senza acqua e gas.

L’incuria nella manutenzione del verde sembra essere il principale colpevole: tanti alberi, appesantiti dalla neve, hanno finito per travolgere i cavi dell'elettricità. La zona più colpita è la Bassa orientale (qui l’elenco dei Comuni rimasti al buio), dove sono all’opera decine e decine di tecnici dell’Enel per cercare di riportare la situazione alla normalità.

Per quanto riguarda la viabilità, si assiste a un lento miglioramento anche grazie alla tregua data dal maltempo. Sulle strade provinciali sono stati utilizzati fino a questo momento 10.000 quintali di salgemma e 2.400 metri cubi di sabbia, costati alle casse pubbliche circa 700.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

Torna su
BresciaToday è in caricamento