Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Professore e alpinista, precipita nel vuoto in montagna: è in gravi condizioni

L'allarme è scattato poco prima delle 14 di ieri, martedì 8 giugno: l'uomo è stato trasportato per cure urgenti all'ospedale di Vicenza

Le operazioni di recupero del Soccorso Alpino © Bresciatoday.it

E’ in gravi condizioni Emanuele Menegardi, l'esperto alpinista di 63 anni residente a Castiglione delle Stiviere che ieri, martedì 8 giugno, è precipitato da una parete rocciosa dal Prion del Cornetto in provincia di Vicenza.

Il fatto è successo verso le 13.45. Emanuele, insieme ad un amico, aveva appena terminato di scalare la via Maica, quando ha deciso di scendere per raggiungere l’attacco di una seconda via, la Placca d’Argento: poco dopo aver iniziato ad arrampicarsi è caduto dalla parete. Il compagno ha subito allarmato i soccorsi, spostandosi dal luogo dell’incidente per trovare campo e telefonare.

Sul posto è immediatamente intervenuto l’elicottero di Verona Emergenza che, dopo aver sorvolato la zona, è sbarcato in hovering. Accertata la gravità della situazione, i soccorritori  si sono diretti verso il rifugio Balasso per imbarcare due tecnici del soccorso alpino di Schio. Dopo essersi calati un verricello, Emanuele è stato stabilizzato e trasportato a valle. Preoccupati per le sue condizioni, dovute a un sospetto politrauma: è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Vicenza.

Emanuele Menegardi era un professore di matematica, ora in pensione, al liceo scientifico Gonzaga. Appassionato di rocce e di montagna, nel 2020 ha scritto un libro “Arrampicate inedite e d’ambiente”, con la casa editrice Vividolomiti. Sposato, con due figli, Emanuele è stato nominato Accademico del Cai per la sua competenza. In questi anni si è cimentato in molte pareti rocciose e strapiombi verticali.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Professore e alpinista, precipita nel vuoto in montagna: è in gravi condizioni

BresciaToday è in caricamento