Auto travolta dal treno, Elisa muore a soli 34 anni: indagini per omicidio colposo

Aveva 34 anni Elisa Conzadori, la giovane donna morta il giorno di Ferragosto tra Codogno e Maleo, travolta da un treno in corsa mentre era a bordo della sua auto

La scena dell'incidente e la giovane Elisa Conzadori

La Procura di Lodi ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo, al momento contro ignoti, per la morte di Elisa Conzadori, la ragazza di 34 anni morta travolta da un treno il giorno di Ferragosto. Era a bordo della sua auto, al passaggio a livello tra Codogno e Maleo: la giovane abitava a Regona, frazione di Pizzighettone, in provincia di Cremona.

Gli inquirenti stanno cercando di fare luce su quanto sarebbe effettivamente successo: a detta di Rfi, la Rete ferroviaria italiana che appunto gestisce la traccia, non si sarebbero registrati malfunzionamenti alla sbarra del passaggio a livello, che dunque avrebbe sempre funzionato correttamente. Ma ci sono dei dubbi su questa versione.

Le indagini della Procura

A partire da alcune testimonianze, su cui sta lavorando la Procura, che invece avrebbero visto la sbarra alzarsi prima del dovuto: questo il motivo per cui la giovane Elisa si sarebbe trovata sui binari quando è passato il treno. Sono soltanto ipotesi, sia chiaro: l'ultima parola, come sempre, spetta agli accertamenti di chi sta investigando.

La cronaca della tragedia

Elisa era alla guida della sua Citroen C3 quando è stata travolta dal treno: la sua auto è stata sbalzata nel fossato, e lei è morta sul colpo. A travolgerla il treno regionale Milano Mantova numero 2651: a bordo c'erano decine di passeggeri, nessuno è rimasto ferito. Sono stati poi trasportati alla loro destinazione con dei pullman sostitutivi. Sul posto ambulanze, automedica, i Vigili del Fuoco, la Polfer e i Carabinieri: ma per Elisa non c'è stato niente da fare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il dolore dei familiari

Lavorava al supermercato Familia di Codogno, e da circa 10 anni conviveva con il compagno Marco, che insieme ai fratelli e ai genitori chiedono che venga fatta chiarezza su quanto accaduto, e in particolare sul presunto malfunzionamento delle sbarre del passaggio a livello. “E' impossibile morire così nel 2020”, il laconico commento del sindaco di Pizzighettone, Luca Moggi. “Doveva essere una giornata di festa, si è trasformata in tragedia”, ha aggiunto il sindaco di Maleo, Dante Sguazzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Il Dpcm Coronavirus è stato firmato: tutte le nuove regole valide fino al 13 novembre

  • Nel Bresciano 35 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

  • Tentato suicidio a scuola: ragazzina si butta dal balcone

  • Brescia: è morto il papà di Francesco Renga, aveva 91 anni

  • Covid, nuova ordinanza della Regione per locali, sport, Rsa e scuole: cosa cambia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento