rotate-mobile
Cronaca

Ragazza travolta e uccisa dal treno: "Non è stata Elisa a sbagliare"

L'esito della perizia tecnica sull'incidente del 15 agosto 2020, a Maleo, che costò la vita a Elisa Conzadori, 34enne di Pizzighettone

Non avrebbe avuto alcuna colpa la giovane Elisa Conzadori, travolta e uccisa da un treno mentre con la sua autovettura stava attraversando un passaggio a livello tra Codogno e Maleo. L'incidente è avvenuto lo scorso 15 agosto, mentre la 34enne, residente a Pizzighettone, era alla guida della sua Citroen C3.

A seguito del violento urto con un treno regionale, l'auto è stata sbalzata nel fossato e la ragazza è morta sul colpo. A nulla sono valsi gli sforzi del personale sanitario accorso sul luogo dell'incidente. 

Gli accertamenti sulla dinamica di quanto accaduto quel tragico Ferragosto, stanno proseguendo senza sosta e la relazione del consulente tecnico del Pubblico Ministero, resa nota in questi giorni, sembra non lasciare dubbi: non vi sarebbe segno di collisione tra l'auto della giovane e la semibarriera del passaggio a livello di Maleo.

La perizia cinematica, eseguita lo scorso novembre, dimostrerebbe quindi la corretta condotta da parte della ragazza, lasciando aperte altre ipotesi su quanto accaduto quel maledetto giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza travolta e uccisa dal treno: "Non è stata Elisa a sbagliare"

BresciaToday è in caricamento