Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Eleonora Cantamessa, medici di Brescia: "Esempio di responsabilità"

"Un senso del dovere pagato con la vita"

"Un esempio di responsabilità e di abnegazione verso il prossimo che devono tradursi in un forte richiamo di valore per ogni medico". Così, in una nota, l'Ordine dei medici della provincia di Brescia ricorda la dottoressa Eleonora Cantamessa, investita e uccisa domenica a Chiuduno, nella Bergamasca.

"Eleonora non è morta per un 'tragico destino', ma in conseguenza di una scelta deliberata e consapevole - dichiara nella nota il consigliere Angelo Bianchetti, che come direttore della Medicina generale dell'Istituto clinico Sant'Anna ha avuto modo di conoscere la dottoressa Cantamessa - dettata dal suo essere medico prima di tutto, anteponendo il bisogno dell'altro alla propria sicurezza".

"Un senso del dovere pagato con la vita – dichiara il presidente dell'Ordine bresciano, Ottavio Di Stefano - che riporta l'attenzione sul significato profondo di una professione, quella medica, che con la sofferenza e i bisogni del prossimo - chiunque esso sia - è chiamata a confrontarsi quotidianamente".

SULLO STESSO ARGOMENTO:
- Calderoli: "Riflettere sulla pena di morte"
- Eleonora, un medico amato da tutti
- La mamma della ginecologa: "Sempre altruista, non poteva non fermarsi"
- Rissa degenerata a Chiuduno: morta ginecologa del Sant'Anna
- Eleonora Cantamessa lascia i genitori e il fratello Luigi

- Morta la ginecologa Eleonora Cantamessa, il ricordo dal Sant'Anna
- Rissa a Chiuduno: la Lega Nord contro gli immigrati

- Rissa a Chiuduno: otto i feriti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eleonora Cantamessa, medici di Brescia: "Esempio di responsabilità"

BresciaToday è in caricamento